martedì, 19 Novembre 2019 Meteo In Italy - il Buongiorno si vede dal Meteo!
Protezione Civile

Bollettino Meteo – 21/01/2019

Previsioni Meteo Italia – Lunedì 21 gennaio 2019

Precipitazioni: da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Sardegna, Emilia-Romagna orientale, su tutte le regioni centrali peninsulari e su Campania, Basilicata tirrenica, Puglia garganica e meridionale, Calabria centro-meridionale e Sicilia, con quantitativi cumulati deboli, puntualmente moderati su Sardegna nord-orientale, settori costieri del Lazio e Sicilia sud-occidentale.
Nevicate: al di sopra degli 800-1000m sull’Appennino centrale e sulla Sardegna, con apporti al suolo da deboli a moderati, in abbassamento dalla serata fino a 300-500m su Marche ed Appennino romagnolo.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: nessun fenomeno significativo.
Venti: forti settentrionali su Liguria, Sardegna, dal pomeriggio/sera localmente su Toscana, alto Lazio, settori adriatici settentrionali e Marche; localmente forti meridionali su Sicilia, Puglia meridionale e Calabria ionica.
Mari: da molto mossi ad agitati il Mare ed il Canale di Sardegna; molto mossi il Mar ligure, il Tirreno, lo Stretto di Sicilia, lo Ionio, il Canale d’Otranto, l’Adriatico meridionale e quello settentrionale.

Previsioni Meteo Italia – Martedì 22 gennaio 2019

Precipitazioni:
– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Toscana meridionale e Lazio settentrionale, con quantitativi cumulati moderati;
– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Umbria, Marche, restanti settori del Lazio, su Campania, Calabria meridionale, settori tirrenici di Basilicata e Calabria centro-settentrionale, con quantitativi cumulati da deboli a moderati;
– da isolate e sparse, anche a carattere di rovescio o breve temporale, su Sardegna occidentale e settentrionale, Appennino emiliano, Emilia-Romagna orientale, restanti settori del centro-sud peninsulare, Sicilia occidentale e nord-orientale, con quantitativi cumulati deboli.
Nevicate: al di sopra di 300-500m su Toscana, Umbria, Marche, Lazio settentrionale ed orientale, in estensione ai settori orientali dell’Emilia-Romagna; dal pomeriggio in abbassamento fino a quote di pianura sulle zone interne di Toscana, Umbria, Marche e Romagna, con apporti al suolo da deboli a moderati. Al di sopra dei 600-800m sui restanti settori del Lazio e sull’Abruzzo, con apporti al suolo deboli.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: massime in locale sensibile calo sulle regioni centrali.
Venti: forti settentrionali su Liguria, Toscana, Sardegna e settori dell’alto Adriatico; forti occidentali su Campania, Sicilia e Calabria, dai quadranti meridionali sulla Puglia meridionale.
Mari: agitati il Mare di Sardegna e, localmente, il Canale di Sardegna, il Tirreno centrale e l’Adriatico meridionale; molto mossi i restanti bacini.

Previsioni Meteo Italia – Mercoledì 23 gennaio 2019

Precipitazioni: sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulle regioni settentrionali – ad eccezione del Trentino-Alto Adige – e su Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Sardegna, Campania, Basilicata tirrenica, Calabria tirrenica e Sicilia occidentale, con quantitativi cumulati deboli, puntualmente moderati su Liguria, Sardegna e su tutti i settori tirrenici delle restanti regioni.
Nevicate: a quote di pianura al Settentrione; inizialmente a quote collinari al Centro, ove tenderà ad aumentare nella seconda parte della giornata; apporti al suolo da deboli a moderati, fino ad abbondanti su entroterra ligure e basso Piemonte.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: minime in sensibile calo sulle regioni centrali peninsulari ed al Sud; massime in sensibile diminuzione al Nord.
Venti: tendenti a forti occidentali su Sardegna, Sicilia occidentale e settori costieri di Toscana e Lazio.
Mari: molto mossi i bacini meridionali ed occidentali, moto ondoso in rapido aumento su Mare e Canale di Sardegna, che diverranno agitati dalla serata.

Clicca qui per vedere le previsioni dettagliate della tua città.

Fonte: Sito del Dipartimento della Protezione Civile – Presidenza del Consiglio dei Ministri

Left Menu Icon