• Mar. Gen 18th, 2022

Obbligo di vaccino per gli over 50, green pass base per negozi e uffici

DiGiulia Giustiniani

Gen 6, 2022

Nel corso di un Consiglio dei ministri politicamente infuocato la Lega ha fatto muro e ha ottenuto che per l’accesso ai servizi alla persona, ai negozi, alle banche e gli uffici pubblici sia sufficiente il Green pass base, quello che si ottiene anche con il tampone, oltre che per vaccino o guarigione

Per il governo Draghi è stato uno dei passaggi più difficili, soprattutto per le divisioni che si sono manifestate nella maggioranza. In un contesto caratterizzato dall’impennata dei contagi Omicron, nella serata di mercoledì 5 gennaio il Consiglio dei ministri ha dato il via libera all’unanimità al nuovo decreto legge Covid che introduce l’obbligo di vaccino per gli over 50 (con una sanzione di 100 euro per chi non si vaccina). Per i lavoratori pubblici e privati con 50 anni di età sarà necessario il Green Pass Rafforzato per l’accesso ai luoghi di lavoro a far data dal 15 febbraio 2022.

Senza limiti di età, l’obbligo vaccinale è esteso al personale universitario così equiparato a quello scolastico. «Il Cdm ha deliberato l’estensione dell’obbligo vaccinale, senza limiti di età, a tutto il personale che lavora nelle università e nelle istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica – ha spiegato il ministro Maria Cristina Messa -. Per gli studenti, invece, continua a valere il precedente obbligo di green pass».

Secondo le rilevazioni di Lab24, nella fascia anagrafica 50-59 anni le persone che non hanno ricevuta alcuna dose di vaccino sono poco più di un milione (1.070.076), in quella tra 60 e 69 sono oltre 650mila (651.864), nella fascia 70-79 sono 391.533 e tra gli over 80 sono oltre 185mila (185.568). Sommando si delinea una platea di quasi due milioni e 300mila persone (2.299.041) che sarebbero interessate dalla nuova stretta sugli over 50.

Articoli correlati