lunedì, 23 Settembre 2019 Meteo In Italy - il Buongiorno si vede dal Meteo!
Febbre e Influenza

Febbre alta, mal di gola e tosse, l’influenza 2018 è alle porte

L’influenza sta arrivando e colpirà 5 milioni di italiani.

Il brusco e repentino abbassamento delle temperature ha contribuito ai primi malanni di stagione. Febbre, mal di gola, raffreddore sono solo alcuni dei sintomi dell’influenza che quest’anno colpirà moltissime persone. A rischio ben 5 milioni di italiani. Meglio dunque adottare, soprattutto con i bambini, un po’ di prevenzione e di seguire le raccomandazioni dettate dal Ministero della Salute.

I sintomi

Febbre, riniti, tosse e mal di gola vanno affrontati nel modo giusto perché, se trascinati nel tempo, riducono le difese immunitarie e ci fanno arrivare impreparati alla stagione influenzale vera e propria. Ma attenzione a non confondere l’influenza da altri fastidi stagionali. Si può parlare di sintomi influenzali solo se ci sono tre condizioni presenti contemporaneamente: la febbre elevata, dei sintomi sistemici come dolori muscolari articolari e sintomi respiratori come tosse, naso che cola, congestione e secrezione nasale o mal di gola. Occorre però non abbassare la guardia con l’influenza: lo scorso anno ci si aspettava una stagione influenzale di media intensità e invece è stata una delle più pesanti degli ultimi anni. Molto dipende anche dal meteo: se questo inverno dovesse essere più lungo e freddo sicuramente si avranno molti più malati.

Il virus dell’influenza si trasmette per via aerea e può bastare anche solo una gocciolina di saliva di chi tossisce o starnutisce a scatenare il tutto. Dunque una sana abitudine è quella di coprirsi bocca e naso quando si deve fare uno starnuto o colpo di tosse, accompagnata ad una buona igiene delle mani. Lavare le mani può sembrare una banalità ma non lo è, infatti le mani pulite diminuiscono il rischio di trasmissione del virus. Cosa si può fare per i bambini? Evitare i luoghi troppo affollati e mantenere una certa distanza da chi è ammalato, può aiutare.
Inoltre, è bene evitare l’automedicazione e consultare sempre il medico quando si ha intenzione di assumere antipiretici ed antibiotici.

Left Menu Icon