venerdì, 19 Luglio 2019 Meteo In Italy - il Buongiorno si vede dal Meteo!

Google Drive si trasforma e diventa Google One

Nei prossimi giorni Google Drive sarà sostituito da Google One.

Spazio di archiviazione esteso, assistenza degli esperti Google e altro ancora, tutto in un unico piano condivisibile.

Google Drive è il servizio di storage cloud messo a disposizione degli utenti dall’azienda di Mountain View. Su Drive poggiano tutte le applicazioni web di Google oltre a servizi come Gmail e Foto.
Di base Google offre gratuitamente 15 GB di spazio sui suoi server cloud (qui, previo login, è possibile verificare lo spazio rimanente per la memorizzazione dei propri dati) ed esclude dal conteggio alcune tipologie di informazioni come i backup di WhatsApp e le foto memorizzate in alta qualità con Google Foto (non nel formato originale).

Ad oggi Google propone diversi piani di archiviazione: si possono ad esempio ottenere 100 GB a 19,99 euro l’anno (o 1,99 euro mensili), 1 TB a 99,99 euro l’anno (o 9,99 euro al mese), 2 TB a 19,99 euro al mese.

A breve Google Drive diventerà Google One per tutti coloro che hanno sottoscritto un piano di abbonamento a pagamento: il passaggio da Drive a One sarà automatico e gli utenti possessori di un account Google riceveranno un’email contenente tutte le indicazioni a migrazione avvenuta. Diciamo subito che per chi possiede un piano consumer a pagamento da 100 GB non cambierà nulla, almeno dal punto di vista economico.
Chi invece ha attivato piani che prevedono spazio di archiviazione maggiori potrà godere di alcuni benefici: con Google One, infatti, chi sta pagando 9,99 euro mensili per 1 TB di spazio si vedrà aumentare gratuitamente tale quantitativo a 2 TB.

Con Google One verrà introdotto anche un piano intermedio da 200 GB a 2,99 euro mensili (oppure 29,99 euro l’anno) e altre offerte fino a raggiungere i 30 TB di spazio cloud.

La novità principale di Google One consiste nella possibilità di condividere lo spazio cloud tra i membri della famiglia: non è più necessario che ogni soggetto interessato a salvare i propri dati sul cloud di Google oltre i 15 GB acquisti un suo piano a pagamento.

La pagina di Google One è ancora avara di dettagli. Si sa comunque già sin d’ora che le modifiche non riguarderanno i clienti business di G Suite.
In questa pagina le informazioni sinora rese di pubblico dominio da Google Italia.

Left Menu Icon