mercoledì, 18 Settembre 2019 Meteo In Italy - il Buongiorno si vede dal Meteo!
Oumuamua

Oumuamua: secondo Harvard non è escluso che si tratti di una nave spaziale aliena

L’asteroide sigaro ha una strana forma e una straordinaria velocità: due astronomi dell’Harvard Smithsonian Center for Astrophysics accendono la fantasia di coloro che credono sia un UFO.

Oumuamua, l’oggetto non ancora identificato è stato scoperto il 19 Ottobre 2017 attraverso un’osservazione con il telescopio Pan-STARRS a Maui, nelle Hawaii. È stato definito in molti modi: una cometa, un asteroide e anche un oggetto interstellare, il primo a raggiungere il nostro sistema solare. Ma a sbilanciarsi sono stati due ricercatori di Harvard, secondo cui Oumuamua potrebbe essere addirittura una sonda aliena appartenente ad una popolazione extraterrestre sconosciuta.

Quello che ha fatto pensare a quest’ultima ipotesi è stata l’inusuale accelerazione intrapresa dall’oggetto mentre viaggiava nel nostro sistema solare. Gli scienziati di Harvard hanno dichiarato che Oumuamua potrebbe essere una vela solare, ossia un oggetto che potrebbe essere utilizzato per rifornire al volo una navicella spaziale con energia solare oppure, addirittura, una sonda inviata nel nostro sistema solare da una civiltà aliena.

La doumentazione (disponibile a questo link: https://arxiv.org/pdf/1810.11490.pdf) è apparsa su Arxiv, il sito che traccia gli articoli scientifici prima della revisione ed eventuale pubblicazione.

L’unico dubbio che resta al momento, in attesa di nuovi studi, è stabilire se Oumuamua sia un asteroide o una cometa.

Left Menu Icon