venerdì, 24 Maggio 2019 Meteo In Italy - il Buongiorno si vede dal Meteo!
vortice polare

Vortice polare in Italia, quali conseguenze?

Siamo davvero dinanzi ad un cambio della circolazione atmosferica notevole. Un cosiddetto cambio di pattern, che vedrà un lobo del vortice polare interessare prima l’Europa centrale e poi il mediterraneo. Sull’ Italia neve molto abbondante su parte del Piemonte, Lombardia, Liguria, Toscana, Emilia, Umbria, Lazio, Abruzzo occidentale, Campania e Calabria. Sul fine della settimana (25-27) interessamento anche del versante adriatico. Ma ecco dove potrebbe nevicare.

Mercoledì 23 con buona probabilità arriverà una tempesta invernaleUna tempesta come quella che lo scorso 27 ottobre si è abbattuta sul Paese e che ha fatto strage di alberi, una tempesta che se fosse confermata potrebbe anche combinare guai peggiori. Isobare molto ravvicinate attorno ad un minimo inferiore ai 980hPa e con caratteristiche di persistenza che sicuramente sono motivo di preoccupazione.

Che l’affondo depressionario sia notevole ormai è risaputo, quanto a scavare minimi così profondi, beh, quello lo sapremo solo sotto le 72 ore dall’evento quando il modello ci regala le migliori performances. Si perché per ora si assiste ad un continuo balletto sul posizionamento di questo minimo di pressione: più ad ovest, più ad est, al centro. E non si tratta di un dettaglio trascurabile perché cambierebbe molto. Per ora, tuttavia, abbiamo la quasi certezza della neve a Torino, Milano, Genova, Parma, Piacenza, Bologna, Firenze, Pisa, Livorno, Perugia, Terni, L’Aquila, Anagni, Frosinone, Viterbo, ecc. ecc.

Al sud invece comunque vada il maltempo arriverà ma non porterà neve in pianura, ma solo in Appennino, troppo alte in questa fase le temperature per poter vivere un evento nevoso sin sulle coste.

Intanto nel fine settimana farà sempre più freddo al nord e l’instabilità sarà attiva soprattutto al centro e al sud, mentre per lunedì una fase di moderato maltempo insisterà ancora sulle nostre regioni del centro-sud a causa dell’approfondimento di un primo minimo depressionario, in rapido allontanamento nella giornata di martedì, poi ci si concentrerà sul grande evento di gennaio.

SINTESI PREVISIONALE SINO A VENERDÌ 25 GENNAIO:
sabato 19 gennaio: al nord nubi irregolari con sporadiche nevicate a ridosso delle Prealpi e dei rilievi emiliani sino a 300m nelle prime ore della giornata. Freddo moderato, più intenso in quota, Bora. Schiarite nella seconda parte del giorno. Nuvolosità variabile sul resto del territorio con brevi rovesci sparsi, specie sui versanti tirrenici.

domenica 20 gennaio: al nord soleggiato ma freddo, solo sull’Emilia-Romagna e su ovest Alpi ancora nuvoloso con qualche sporadico fenomeno nevoso in montagna. Al centro e al sud dapprima belle schiarite, poi tempo in peggioramento da ovest con piogge dalla sera a partire da Lazio e Sardegna.

lunedì 21 gennaio: tempo molto instabile, a tratti perturbato al centro e al sud con precipitazioni sparse, nevose in quota oltre i 600m sull’Appennino centrale, oltre gli 800-1000m su quello meridionale. Ventoso. Al nord parzialmente nuvoloso e segnatamente sull’Emilia-Romagna qualche debole nevicata a ridosso dei rilievi e le pianure limitrofe, freddo moderato.

martedì 22 gennaio: tregua temporanea; al nord tempo discreto salvo addensamenti più compatti sull’Emilia-Romagna associati a deboli nevicate, altrove nuvolosità irregolare ma con fenomeni in esaurimento.

da mercoledì 23 gennaio a venerdì 25 gennaio: tempesta di vento, pioggia e neve in arrivo su gran parte d’Italia.

Left Menu Icon